lunedì, agosto 29, 2005

Paura, eh?

Fobie che mi assalgono di tanto in tanto quando penso che sto per partire:

- se gli americani parlano troppo veloce e non capisco quello che dicono?

- se gli americani hanno una pronuncia assurda e non capisco quello che dicono?

- se mi perdo nel campus? (il mio senso dell'orientamento è inversamente proporzionale alle dimensioni della città dove mi trovo: ecco perchè non temo di perdermi a NY ma ho delle remore ad addentrarmi da sola nel centro storico della mia città)

Fobie che gli altri cercano di instillarmi (senza successo per fortuna):

  1. categoria "Ma non hai paura a viaggiare da sola?"

    - e se ti succede qualcosa in aereo?

    - e se ti succede qualcosa all'immigrazione?

    - e se ti succede qualcosa a Roma il giorno prima che tu parta?

    - e se ti succede qualcosa a Londra mentre fai scalo?

    - ma tu arrivi a New York...ci pensi quanto è pericoloso?!

  2. categoria "Frivolezze varie ed eventuali"

    - e se vicino a te è seduto un grassone e non ce la fai dormire (copyright Tirannoz)

    - e se il cibo fa schifo e ingrassi?

    - e se il cibo fa schifo e dimagrisci?

  3. categoria "Assurdità"

- e se poi non vuoi tornare? (come se potessi avere paura di una simile eventualità)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

- se gli americani parlano troppo veloce e non capisco quello che dicono? CREDO CHE IN UN PAIO DI GIORNI TI CI ABITUERAI - se gli americani hanno una pronuncia assurda e non capisco quello che dicono? PROBABILE, MA ANCHE QUI CON LA PRATICA... - DELLE FOBIE CHE CERCANO DI INSTILLARTI GLI ALTRI... mi preoccuperei solo della 1.2, della 1.5 (anche se bolognina e la stazione di bologna son peggio, secondo me) e della 2.1 che è quantomeno terrorizzante. buon viaggio!!
il conte bera

Anonimo ha detto...

Sarà una assurdità, ma quando un'amica parte per l'estero si teme sempre che trovi un bello straniero, si accasi e non torni più :( mi raccomando, tu convincilo a venire in Italia con te!
Ale

svaroschi ha detto...

Anche questa è una delle opzioni (s)paventate dalle mie amiche...e pensare che mia madre ha così perso la speranza con me ("tu sei troppo esigente")che probabilmente si accontenterebbe anche di vedermi "accasata" all'estero...