mercoledì, novembre 22, 2006

Creatività, genio e tradimento

Antonio Sofi parla* di creatività e dell'omonimo Festival che avrà luogo a Firenze a partire dal 30 novembre (a proposito, qualcuno fa un giro?)

L'articolo ha anche un simpatico guizzo finale quando cita un articolo secondo cui gli uomini di genio sarebbero tendenzialmente traditori e cita esempi come Chaplin e Picasso.
Da queste parti (cioè tra le coinquiline) già si pensa a come utilizzare questa scoperta contro alcuni seccatori. Dire qualcosa tipo "Non può funzionare tra noi, sei un genio e non credo di farcela" potrebbe essere più gentile e meno problematico di "Ma come diavolo ti viene in mente?".
Poi, se uno è un genio dovrebbe capire che è un trucco, mi obiettano.
Ma uno è un genio solo in certi campi, mica in tutti, spero bene.



* potete recuperare il pezzo oggi su IlFirenze.it a pagina 6, da domani non so

1 commento:

Mawriter ha detto...

Il problema è che possono capitare due cose, con i geni:
1)se il genio è a tutto tondo, ha già capito che non c'è alcuna possibilità A PRIORI. Quindi evita tutta la trafila. Alleluja.
2)Se è un genio settoriale, nel resto della vita è probabilmente un NERD. Che, quindi, si crede un genio per natura. In questo caso, la scusa è perfetta!