sabato, dicembre 22, 2007

Natale, eh.

In questi tempi di poca voglia di parlare e scrivere, nel primo dicembre in cui mi son ritrovata inaspettatamente priva di spirito natalizio, alla fine di questo autunno difficile per me e non solo per me, noto con un certo sollievo che certi pezzi stanno andando a posto per conto loro, che agitarsi è spesso inutile e che la barca...vabbè, lasciamola andare, tanto il mare è piuttosto tranquillo.


(O Holy night, Studio 60 on the Sunset Strip - perchè sono una persona priva di fantasia)

Tra quattro ore prendo il treno per casa dove, grazie all'ineffabile Telecom, so già che sarò senza uno straccio di connessione almeno per una settimana. A dirla tutta, non sono nemmeno sicura che sia proprio un male.
Insomma, io e la Rete ci prendiamo una pausa natalizia. Il poco tecnologico telefono invece resta con me, e rispondo anche alle telefonate (non ho più nemmeno la voce da trans dovuta a tosse e mal di gola, il che è positivo, direi).

Per bilanci di quest'anno grandioso o ameni racconti di questa nuova vita romana ci si rivede a fine mese o nell'anno nuovo, tanto mica c'è fretta.
Intanto vi lascio con un po' di regalini sparsi:

Per tutti un mare di auguri, privi di fantasia o di parole toccanti, ma sentiti.
Auguri di Natale, se ci credete o almeno vi piace il periodo. E se siete un po' Grinch, beh, almeno provate a trarne fuori il meglio, a fermarvi un poco, a godervi il momento. Insomma, non rompete! ;-)

Ora vado a perdere tempo a caso, in modo da finire la valigia all'ultimo minuto e arrivare in stazione trafelata. Certe cose non cambiano, si sappia.

Buon Natale a tutti!

2 commenti:

Stefigno ha detto...

Buon Natale Antonella..anche a te, felice di leggere che il mare è tranquillo..

enpi ha detto...

be', che dire? gran bel blog il tuo.
ciao
e.