lunedì, febbraio 18, 2008

Analisi politica secondo Holly e Benji (ma soprattutto Benji)

Riprendo da Orfini:

M
: Ed Warner? Ma come fai a preferire Ed Warner a Benjiamin Price?
T: Beh scusa, è molto più forte, ha i capelli lunghi, para tutto, è più originale. Insomma è meglio.
M: Non lo è, e parlano i risultati. E poi c'è un punto di linea che non puoi eludere.
T: Cioè?
M: Warner ha dei modi suggestivi, magari ti fa anche pensare che l'impossibile sia possibile con quell'agitarsi da karateka. E non dico che sia inutile, ogni tanto la para pure. Ma è un massimalista, è sinistra radicale pura, roba da fighetti radical chic. Vuoi mettere Benji? Meno spettacolare, ma un vero riformista. Uno che si carica i problemi di tutti, usa la sua classe per sostenere i più deboli (la sua improbabile difesa, hai presente Bruce Harper?), ti tranquillizza, ti dice "voi andate avanti che qui ci penso io". E soprattutto, di fronte all'ignoto, all'imprevisto, alle sfide della modernità, cioè al tiro che scompare di Karl Heinz Schneider, Warner non sa che fare. Non ha gli strumenti, sa solo lamentarsi come un qualsiasi no global. Invece Benji che ti fa? Chiude gli occhi, si concentra e te la pare. Senza karate e cose strane. Una forza tranquilla.


...continua sul suo blog...

(nota per me stessa: io un giorno scriverò un trattato sul perchè i protagonisti dei cartoni animati "collettivi", da Holly e Benji ai Cavalieri dello Zodiaco
siano sempre irrimediabilmente dei gran tordi)

2 commenti:

Cristian Conti ha detto...

"un massimalista, è sinistra radicale pura, roba da fighetti radical chic"..mi sembrano tre cose molto diverse tra loro.

Immagini zen come la "forza tranquilla" non collimano con la realtà dei fatti.

svaroschi ha detto...

E no, Benji E' forza tranquilla, non scherziamo!!
(che poi i riformisti magari non lo siano è un altro discorso ;-) )

Devo dire che le tre cose che citi sono sì molto diverse tra loro, ma, ultimamente, le vedo coincidere spesso e volentieri. Purtroppo e in modo concettualmente incongruente.