lunedì, gennaio 14, 2008

Just a reminder, folks!



Questo mi serve per completare una conversazione avuta durante le vacanze di Natale. Proprio preciso.

(via tumblr di Bru - oh, che bello, volevo proprio invertire sta tendenza "dal blog al tumblr"! :-P)

7 commenti:

Cristian Conti ha detto...

Io mi trovo nella zona sotto quella del "dream job", e pur facendo una cosa che mi piace non risulta tale per tanti altri motivi, basti pensare alla necessità di rapportarsi con chi comanda o con i colleghi.

Per il 2008 vedrò di impegnarmi per arrivare a quello spicchio ma la vedo dura..è più probabile spostarsi nella parte a destra, visti i tempi che corrono e la necessità di pagarsi questa vita.

Intanto, buon anno Antonella. :)

S.B. ha detto...

Bella questa figura ! Sarebbe da tenere sempre in mente !

Nicola Mattina ha detto...

La figura va interpretata in termini percentuali: di consenguenza il tuo dream job rappresenta sempre una percentuale del tuo job reale :-)

pietroizzo ha detto...

anche io, come cristian, sto nella zona sotto... anche perché le cose che "amo fare" solitamente non sono contemplate come lavoro, a meno di non fare il critico gastronomico, l'attore di film porno o la cavia in una clinica del sonno...

Riccardo "Bru" Cambiassi ha detto...

Hey, visto che mi link e mi sento chiamato in causa (wow, un link al tumblr! :P), penso che la figura vada completata da questa citazione che ho tumblerato un paio di giorni fa da Stowe Boyd:

"It’s only work if you have to make yourself do it. If you have to hold yourself back, it’s play."

svaroschi ha detto...

E se un compito specifico non ti fa proprio impazzire ma ti piace un sacco il fatto che stai imparando a fare una cosa nuova?

Smeerch ha detto...

Svaroschi, qui non si parla di fantascienza. Comunque sempre bello vedere che i capi ci tengono a mettere i puntini sulle "I". :)