lunedì, ottobre 17, 2005

La musica che gira intorno (!)

Credo (credo!) sia un problema comune.
L'ultima canzone che ascolti prima di uscire di casa, che sia alla radio o alla tv, che ti piaccia o no, tende a rimanerti incollata nella mente tuo malgrado.
Scusate, vado a impossessarmi di un qualunque iPod (tanto qui ce l'hanno tutti e intendo dire davvero tutti) con il furto e/o con l'inganno. Per la legge dei grandi numeri dovrei trovare qualcosa che mi schiodi dalla testa questa roba.

6 commenti:

Suzukimaruti ha detto...

Cioè, ma la Cry Me A River che Justin Timberlake ha scritto dopo essere stato fatto becco da Britney Spears o la Cry Me A River che ha scritto Hamilton e che hanno cantato un po' tutti, da Julie London a Ella Fitzgerald?

No, perché nel caso 1 è grave. Nel caso 2 - a parte un po' di melassa eccessiva - si può rimediare.

:-)

(mi sa che è il caso 1: you've got the sickness :-) )

svaroschi ha detto...

Justin timberlake, justin timberlake, ahime'...ma e' gia' passata. Certo ho dovuto sottopormi a cinque casuali minuti di Nine Inch Nails (iPod di un mio amico), poi Garbage.

Poi sono tornata a casa e c'erano Chet Baker ed Ella Fitzgerald ad attendermi.
Crisi rientrata.

Poi notavo: non ho la minima idea delle nuove uscite musicali in Italia. Niente Mtv (che subisco a casa), niente nuove canzoni di meneguzzi, ramazzotti ecc.

Nella mia casa di qui la radio della landlady e' perennemente sintonizzata su jazz, blues e country occasionale. E cable si', ma niente Mtv.
:-)

Mawriter ha detto...

oddio, justin. Mi ha accompagnato in molti dei miei nonstop di 10 ore nella cucina zozzalurida attraverso l'unico cd disponibile. Che saltava. Quindi il risultato è stato: Cr Cr Cry y y mea river circa 6 volte al giorno. Ti sono spiritualmente vicina.

Pietro ha detto...

aaaaaaaaaaahhhh ma stai scherzando? Devi allora assolutamente farti contagiare da "Studentessa universitaria" di Cristicchi, che impazza qui da noi. Stralcio a caso del ritornello (filastroccato stile caparezza incontra rino gaetano):
"Studentessa universitaria, triste e solitaria
Nella tua stanzetta umida,
ripassi bene la lezione di filosofia
E la mattina sei già china sulla scrivania
E la sera ti ritrovi a fissare il soffitto,
i soldi per pagare l’affitto te li manda papà "

svaroschi ha detto...

Caso che goda di questa canzone fintanto che appartengo alla categoria (un po' piu' evoluta: papa' non deve nemmeno mandarmi i soldi, paga direttamente via home banking).

Chi si prende l'incarico di mettermi da parte il meglio (del meglio e del peggio) della produzione musicale italiana di questi quattro mesi che mi perdo? (Pietro, posso contare su di te, che' Suz e' indie dentro?;-P)

Pietro ha detto...

assolutamente! ho gli mp3 pronti :-))